"Cucinare è come amare... o ci si abbandona completamente o si rinuncia."
(Harriet Van Horne)


Pagine

lunedì 2 febbraio 2009

silicone si, silicone no...


Mi sono riavvicinata da poco al piacere del cucinare "serio", cioè di quello fatto con passione, impegno e cura e non quello veloce tipico della donna (più o meno) in carriera che non ha tempo, e che risolve con frequenti scappatoie "salva cena" tipo surgelati o panini al volo...
Sto tornando sulla retta via culinaria sia per una questione di gusto che di salute del mio stomaco sempre + vicino alla gastrite...
Quindi nel mio periodo di assenza mi sono persa certe novità del mercato in fatto di utensileria sempre più raffinata e volta a diminuire la fatica e perfezionare i risultati...

E parlo del silicone... no, ovviamente non il silicone più conosciuto, quello usato per bombare seni e labbra... quello non mi interessa... io mi tengo le mie scarse forme e chissenefrega... parlo del silicone utilizzato per i nuovi strumenti di cucina, in particolar modo degli stampi per la pasticceria... ce ne sono veramente per tutti i gusti e per tutte le necessità...
Ammetto che da brava esteta, prima ancora del vantaggio di poter estrarre con facilità un dolce dal suo stampo senza pericolo di rotture, la prima cosa che ho apprezzato notevolmente sono le numerose forme esistenti... E ho subito pensato che mi piacerebbe proprio realizzare un dolce a forma di rosa, solo per dirne una...

Ieri mentre leggevo la ricetta di Roxy del sicuramente buonissimo Pan di banane ho trovato nel suo post il link al sito della Silikomart , un'azienda che produce e vende on-line prodotti per la cucina in silicone e addirittura è possibile richiedere degli stampi personalizzati! La foto che ho postato è di uno dei numerosissimi stampi presenti sul sito.
Ho l'impressione di non dirvi niente di nuovo perchè so quanto siate tutti più esperti di me, ma lo scopo non era quello di informarvi... bensì quello di chiedervi...

Infatti ho alcuni dubbi che spero la blogosfera culinaria possa togliermi... o forse voglio solo essere rassicurata... praticamente mi getterei di testa nell'ordine di questi stampi, ma ho letto diversi interventi su internet, anche da parte di associazioni di consumatori, che, test alla mano, dichiarano che la maggior parte di questi stampi sono prodotti (si parla anche di marche straniere e di test fatti all'estero) senza seguire le normative obbligatorie e che quindi in fase di cottura possono rilasciare delle sostanze nocive che vengono assorbite dal cibo (e quindi ingerite) senza necessariamente alterarne il sapore... quindi le mangiamo e non ce ne accorgiamo!
Siccome sarei un pochino ipocondriaca, vorrei sapere da voi se esistono marchi sicuri in questo senso (magari lo stesso Silikomart)... onde evitare di comprarli e non utilizzarli... o comprarli, utilizzarli e poi accusare sintomi di malattie immaginarie alla stregua di una versione moderna del personaggio di Molière...

RISPONDETE NUMEROSI!!! (Ops, scusate, non volevo urlare!!)

Ciao e grazie!!

1 commento:

  1. Io li uso occasionalmente e devo dire che sono comodi, non mi risulta ci siano effetti collaterali. Se faccio pero' torte di forme "normali" preferisco quelli di alluminio, magari usa e getta (anche se poi li riutilizzo). Per la cioccolata, nonostante quello che qualcuno vuol far credere, molto meglio il policarbonato.

    L'unica accortezza e' acquistare prodotti di buona qualita' e soprattutto di provenienza certa, quindi vanno benissimo quelli della Silikomart, vanno bene quelli della Decosil (ma sono professionali e costano cari), eviterei quelli "cinesi"...

    RispondiElimina