"Cucinare è come amare... o ci si abbandona completamente o si rinuncia."
(Harriet Van Horne)


Pagine

domenica 8 febbraio 2009

Gateau di patate


Stavolta sono le influenze dei parenti napoletani a farmi "creare" ai fornelli.
E ancora una volta non voglio stupire nessuno con effetti speciali, ma solo deliziare con un piatto conosciuto e che riesce ad essere sorprendentemente buono nella sua estrema semplicità.
Io adoro le patate e preparate in questo modo diventano un ottimo piatto unico a cui abbinare una bella insalata.
Le origini di questo piatto sono incerte, ma su internet si trovano diverse fonti che danno più o meno la stessa versione... Pare infatti che in occasione delle nozze della regina Maria Carolina e Ferdinando I di Borbone furono chiamati nel Reame di Napoli dei cuochi francesi che, utilizzando gli ingredienti tipici della terra italiana crearono questo piatto. Con l'unica eccezione del burro, che non era più facilmente riconducibile ad abitudini culinarie del Nord...
Così Francia e Italia si disputano da sempre la paternità di questo piatto, giocando anche col suo nome: "gateau" in francese, ma napoletanizzato in "gattò" (con uguale pronuncia).
E non è l'unico esempio di questo connubio Francia/Napoli, dal momento che la parola "gattò" è entrò a far parte anche del vocabolario della pasticceria partenopea dove con "gattò mariaggio" si indicò la torta nuziale (dal francese "gateau du marriage")-

Dal canto mio penso solo che la bontà di questo piatto prescinde dalla sua origine, quindi chissene... ops... quindi passiamo a vederne nel dettaglio gli ingredienti!



Ingredienti per 4 persone:

4 patate vecchie grosse
1 etto di prosciutto cotto a fette
1 mozzarella
pan grattato q.b.
Parmigiano grattuggiato q.b.
latte q.b. (circa due bicchieri)
2 uova
4 noci (circa) di burro
noce moscata
sale

Lessare le patate con la buccia. Lasciarle raffreddare, pelarle e passarle con lo schiaccia patate. Aggiungere l'uovo, il Parmigiano, il latte, un pizzico di noce moscata, sale e amalgamare il tutto come per fare un puré. Per aggiustare la consistenza eventualmente aggiungere dell'altro latte.
Ungere una teglia media col burro e cospargere di pan grattato.
Fare un primo strato con le patate e livellarlo bene aiutandosi con un cucchiaio bagnato.
A seguire uno strato di mozzarella tagliata a dadini e poi coprire tutto con il prosciutto cotto.
Finire le patate con un altro strato.
Cospargere il tutto con il pan grattato e fiocchetti di burro.
Infornare a 200 gradi circa per una ventina di minuti e poi accendere il grill per qualche minuto fino a che in superficie si forma una bella crosticina dorata.
Lasciare raffreddare un pò prima di servire.


Consigli, considerazioni e varianti:- alcune varianti possibili prevedono l'utilizzo del salame al posto del prosciutto e della provola in aggiunta alla mozzarella. Spesso poi i salumi sono a dadini e non a fette come proposto da me e, insieme ai formaggi, vengono direttamente mischiati al puré di patate formando uno strato unico nella teglia;
- il procedimento originale prevederebbe l'utilizzo delle sole mani per mischiare gli ingredienti e per la composizione dello sformato nella teglia... vedete voi!
- anche i single possono deliziarsi realizzando delle formine o semplicemente realizzando dalla teglia delle monoporzioni da congelare;
- il gateau è buonissimo anche il giorno dopo leggermente riscaldato... come mostra la foto a seguire.

 

2 commenti:

  1. l'ho mangiato proprio sabato, me lo ha fatto la mia nonnina palermitana...è buonissimo!!!!!

    RispondiElimina
  2. Buon buono buono! Insiema alla pizza le patate è la seconda cosa a cui non rinuncerei mai!

    RispondiElimina