"Cucinare è come amare... o ci si abbandona completamente o si rinuncia."
(Harriet Van Horne)


Pagine

mercoledì 13 luglio 2011

Esperimenti di ricopertura e decorazione di una torta di compleanno



Ricoprire e decorare dolci sono due attività in cui non ho fatto ancora molta pratica.
Non per mancanza di interesse, anzi è proprio il contrario, ma perché sino ad ora non si sono presentate molte occasioni.

Ed ecco che un’occasione è arrivata… Infatti lunedi 11 Luglio è stato il compleanno di un amico.



La cosa particolare in tutto ciò è che il festeggiato non abita a Milano, ma moltissimi chilometri più a sud, quindi escludendo la possibilità di spedire la torta, é stato solo un regalo “virtuale”.
Non prendetemi per tirchia, eh... solo che non ci conosciamo da tanto tempo per cui un vero regalo da spedire mi sembrava fuori luogo.

Così ho unito l’utile al dilettevole anche grazie all’ausilio della tecnologia e ho ottenuto alcuni risultati positivi: ho fatto un po’ di pratica di copertura e decorazione, ho mandato un bel videomessaggio di auguri corredato di immagine della torta e… mi sono sacrificata mangiando io la torta del festeggiato!
Il festeggiato è stato contento, e io pure!

Ma vediamo nel dettaglio come ho fatto questa semplicissima torta.

Innanzitutto come base ho utilizzato l’impasto del “Ciambellone più soffice del mondo”, oggetto del post precedente. Ho semplicemente aggiunto delle gocce di fragola (si vendono già confezionate al supermercato nel banco delle cose per i dolci).
Mi interessava poter fare una scritta di auguri, però se avessi lasciato la torta così come era, con un colore ambrato, avrei dovuto usare del cioccolato fuso o i gel colorati appositi perché le decorazioni risaltassero, ma non mi sembrava un gran che come idea.
Così ho pensato di ricoprire la torta con una glassa al cioccolato per poi fare la scritta con la glassa reale.
Mi ero imbattuta in una copertura di cioccolato a Natale con il tronchetto (che non ho ancora pubblicato… e che novità!), ma devo aver sbagliato qualcosa, o nel procedimento o nel tipo di cioccolato, perché il risultato non è stato buono, come questa volta.


Nel dettaglio:

Glassa al cioccolato (per coperture):


Ingredienti:

200 gr. cioccolato fondente
75 gr burro
2 cucchiai di acqua


Spezzettare il cioccolato e farlo cuocere a bagnomaria insieme all’acqua.
Quando il cioccolato è sciolto aggiungere il burro spezzettato e mescolare sino ad ottenere una crema piuttosto liscia.

Appoggiare il dolce su una gratella al di sotto della quale è opportuno sistemare un piatto per raccogliere l’eccesso di cioccolato.

Far cadere il cioccolato a fontana sul dolce dal centro dello stesso e poi spalmare nei punti rimasti asciutti (ad esempio nei bordi) con una spatola.
Nel caso si voglia ricoprire dei biscotti si possono immergere direttamente nella pentola tenendoli dal lato che non sarà ricoperto oppure per ricoprirli interamente tenerli con una forchettina se è possibile.

Mettere in frigo fino a che il cioccolato sarà ben solidificato. Ci vorranno alcune ore.

Glassa reale:

Ingredienti:
1 albume
500 gr zucchero a velo
succo di mezzo limone

Mettere tutti gli ingredienti in un frullatore (meglio se si dispone della paletta per montare a neve le uova) e azionare a velocità non troppo forte.
Il risultato sarà simile a quello della panna montata.

La quantità di zucchero può sembrare eccessiva, ma se si riduce, la glassa verrà troppo liquida rendendo difficili le decorazioni.


…e qui viene il bello, almeno per me! Infatti una volta solidificato il cioccolato sulla torta è stato il momento della decorazione con la glassa reale.
Le possibilità sono due: usare una siringa da pasticceria, oppure un sac à poche…
Entrambe le possibilità possono essere problematiche.
Per non farmi mancare nulla io ho usato entrambe, ma confesso di avere ancora qualche problema.
Con la siringa ho avuto il problema che la bocchetta utilizzata aveva il foro talmente piccolo che non riusciva ad uscire l’aria per cui non si abbassava la pressa…
Con la sac à poche è andata un po’ meglio, ma ho sparso glassa ovunque…

Come si può vedere dalle foto la scritta è decente, ma si può sicuramente migliorare.

Una volta realizzata la scritta è necessario riporre in frigo per far solidificare la glassa.

2 commenti:

  1. ...sono sicura che il festeggiato ti ringrazierebbe moltissimo!!! ;-)

    RispondiElimina